‘Gateway Roles’ Open Up Opportunity To Workers Without Degrees

Il soffitto di carta è reale.

Anche in uno dei mercati del lavoro più ristretti della storia, il 44% delle recenti aperture di lavoro richiedeva una laurea. Il soffitto di carta, come il più familiare soffitto di vetro, è un riferimento a una barriera artificiale che trattiene i candidati qualificati dall’elevarsi a nuovi ruoli.

In questo caso, quella barriera è letteralmente di carta: una laurea.

Certo, il numero di annunci di lavoro che richiedono titoli di studio è diminuito poiché i datori di lavoro più importanti si sono impegnati a rinunciare ai requisiti di laurea e ad assumere invece in base alle competenze. Ma anche molti ruoli di media abilità, quelli che dovrebbero richiedere meno di una laurea quadriennale, richiedono ancora una laurea.

Un’importante campagna pubblicitaria, Tear the Paper Ceiling, gestita dall’Ad Council e dall’organizzazione no profit Opportunity@Work, mira a cambiare la situazione. Stanno sostenendo maggiori opportunità per gli oltre 70 milioni di americani qualificati attraverso percorsi alternativi, o STAR, che hanno le capacità per lavorare in ruoli più avanzati di quelli che sono attualmente.

Abbattere o strappare il soffitto di carta, tuttavia, non sarà facile. Anche se potessimo agitare una bacchetta magica e soddisfare i requisiti di laurea dall’oggi al domani, avremmo ancora le stesse vecchie pratiche di assunzione, cultura manageriale e strutture lavorative. Cambiarli non è semplice come cambiare i requisiti sulla carta.

Lavorando con molte aziende Fortune 500 negli ultimi anni, ho visto più e più volte quale ruolo profondo la struttura del lavoro e i requisiti di esperienza devono svolgere. L’analisi di LinkedIn ha rilevato che circa il 35% dei lavori “entry-level” richiede da due a tre anni o un’esperienza lavorativa rilevante. In campi come software e servizi IT, salta al 60%.

Convincere i responsabili delle assunzioni a rinunciare contemporaneamente sia ai requisiti di laurea che ai requisiti di esperienza è una vendita particolarmente difficile. Quei responsabili delle assunzioni si stanno assumendo quelli che percepiscono come rischi elevati in questo scenario.

La creazione di ruoli gateway può aiutare a risolvere questo problema. Creano un percorso attraverso il soffitto di carta.

I ruoli gateway sono lavori che creano un ponte tra il lavoro in prima linea e i ruoli di destinazione, che possono richiedere livelli più elevati di formazione professionale e potenzialmente portare a diplomi. Pensa a un generalista IT o a un assistente infermieristico. In alcuni settori e aziende, nascono organicamente mentre nella maggior parte devono essere creati intenzionalmente. Un addetto al magazzino di Walmart, ad esempio, non passa “naturalmente” a un ruolo IT: quel percorso deve essere creato e incoraggiato.

Creando un nuovo ruolo, le aziende possono progettare da zero le norme di quel ruolo. Possono e devono progettarlo per richiedere competenze specifiche ma non una laurea. I lavoratori potrebbero aver bisogno di una certificazione o di altra formazione, o solo di esperienza e di un modo per dimostrare le proprie capacità. La realtà dei lavori con poca esperienza esiste, di solito è solo riservata ai neolaureati. Lo stesso potrebbe essere fatto per progettare lavori gateway. Per i responsabili delle assunzioni, questo apre anche l’assunzione e il reclutamento. Amplia il pool di talenti.

Mentre sono nel ruolo di gateway, i lavoratori ottengono dai due ai tre anni di esperienza in una determinata famiglia di lavoro, una categoria ampia come l’IT e l’informatica o l’assistenza clinica, di cui avranno bisogno per passare a un “livello base” lavori di destinazione. Idealmente, questi ruoli sono dotati di facoltatività per i lavoratori incorporati: una porta può aprirne molte.

Uno specialista IT, ad esempio, potrebbe diventare uno specialista informatico, un analista di dati o un programmatore di livello junior. Inoltre sarebbero stati ben posizionati per sviluppare competenze trasferibili – gestione dei progetti, esperienza con database e fogli di calcolo, risoluzione dei problemi o servizio clienti – che con un’istruzione aggiuntiva avrebbero consentito loro di passare a un ruolo di destinazione nelle vendite o nella contabilità.

Alcuni ruoli, come la programmazione, dovrebbero essere accessibili principalmente attraverso due o tre anni di apprendimento sul posto di lavoro. Altri potrebbero richiedere un’istruzione formale aggiuntiva e persino una laurea.

In entrambi i casi, il ruolo gateway funge da a luogo stabile da cui pianificare e lanciare quella prossima mossa. Bon Secours Mercy Health, ad esempio, ha progettato un ruolo di gateway di supporto infermieristico in cui i lavoratori dei servizi di biancheria, trasporto pazienti o servizi di ristorazione possono trasferirsi rapidamente. Da lì, possono ottenere ulteriore istruzione e formazione per diventare un assistente infermieristico e poi un’infermiera al capezzale con un socio o uno scapolo.

Il ruolo di gateway è l’ingrediente chiave: garantire che i lavoratori non aspettino due, quattro o più anni per completare una laurea e ottenere la loro prima promozione. Garantisce inoltre che i datori di lavoro vedano una maggiore fidelizzazione poiché la loro forza lavoro vede opportunità nel loro futuro.

I ruoli gateway forniscono anche opzioni per i datori di lavoro. Nella loro forma più intensa, questi lavori possono assomigliare molto agli apprendistati, con tutoraggio e istruzione formale accompagnati da un’esperienza lavorativa di due o tre anni.

In altre parole, possono aumentare e diminuire l’intensità in base alla famiglia di lavoro e alle future esigenze e risorse della forza lavoro di un datore di lavoro. Walmart, ad esempio, ha costruito percorsi di carriera nel suo programma Live Better U Combina formazione, rotazione del lavoro e assistenza educativa per aiutare i lavoratori in prima linea a ricoprire ruoli critici per il futuro dell’azienda. Attraverso i ruoli, Walmart ha esaminato in modo critico quali competenze e credenziali sono veramente richieste.

Ripensare il ruolo di un diploma di laurea nelle assunzioni e nelle promozioni è al centro di questo lavoro. Ma le aziende intelligenti riconoscono anche che non puoi semplicemente abbandonare i requisiti di laurea e chiamarlo un giorno.

Se vogliamo abbattere il soffitto di carta, non possiamo semplicemente rimuovere il vecchio custode, la laurea. Dobbiamo anche costruire nuovi gateway.

.

Leave a Comment