2022 Lab Symposium yields insights for supporting biotech research

L’idea del Wisconsin è stata fondata sulla convinzione che l’istruzione dovrebbe influenzare la vita delle persone oltre i confini della classe. L’Università del Wisconsin-Madison ha continuato a realizzare questo principio creando posti di lavoro nello stato e condividendo ricerche e scoperte rivoluzionarie che hanno un impatto sulla vita delle persone in Wisconsin e in tutto il mondo.

UW-Madison continua a contribuire alla crescente industria biotecnologica del Wisconsin, formando gli studenti per entrare nel mondo del lavoro, collaborando alla ricerca con aziende private e promuovendo scoperte salvavita come un trattamento anticorpale che riduce gli attacchi di asma nei bambini che vivono in quartieri urbani a basso reddito. Molte delle aziende biotecnologiche di maggior successo del Wisconsin oggi sono nate come start-up con legami con l’università o con la Wisconsin Alumni Research Foundation e sono cresciute fino a diventare società nazionali affermate o sono state acquisite da società biotecnologiche globali come preziose aggiunte alle loro operazioni.

A novembre e dicembre 2022, i leader UW-Madison della School of Medicine and Public Health, Facilities Planning & Management e dell’Office of Finance and Administration hanno ospitato il Symposium on Laboratory Lifecycle Management, un incontro lungimirante per condividere idee sull’accelerazione dell’innovazione biotecnologica e ricerca nel Wisconsin. L’evento di tre giorni si è concentrato sulla gestione delle strutture di laboratorio esistenti e sull’approfondimento della collaborazione tra UW-Madison e i partner del settore. I partecipanti hanno anche discusso della necessità di strutture future che siano flessibili e rispondenti alle mutevoli esigenze e opportunità. Queste conversazioni saranno utilizzate per informare l’approccio di UW-Madison al nuovo sviluppo e alla riqualificazione nel piano distrettuale del campus occidentale.

“Il simposio evidenzia i vantaggi dell’investimento nei nostri laboratori di ricerca biotecnologica e nei servizi che supportano queste strutture”, ha affermato il vice cancelliere per le finanze e l’amministrazione Rob Cramer. “Dobbiamo fornire la migliore esperienza possibile ai nostri docenti e studenti, continuando allo stesso tempo a sviluppare nuovi laboratori di ricerca presso UW-Madison perché questi sono vitali per mantenere e attrarre aziende – e posti di lavoro – nello stato”.

La gestione del laboratorio di ricerca è fondamentale per accelerare la ricerca e aumentare la collaborazione con i partner del settore. Il mantenimento delle strutture esistenti è spesso trascurato come una spesa quando si assegnano budget dalle agenzie di finanziamento e la capacità di fornire rapidamente laboratori per nuove ricerche può essere una sfida. Questi spazi fisici possono svolgere un ruolo importante nel reclutamento di importanti docenti, dottorandi e studenti laureati.

Docenti e ricercatori dell’UW-Madison, esperti in materia, leader del settore, facility manager e architetti hanno partecipato al simposio per discutere del panorama dell’industria della biotecnologia e della biosalute. La conversazione ha incluso argomenti come le operazioni della struttura, la progettazione, la pianificazione e la gestione; sfide previste nel panorama della ricerca e come organizzazioni come UW-Madison possono prepararsi e rispondere; esigenze future nel campo della scienza e della ricerca; e reperire e finanziare i laboratori a lungo termine.

I partecipanti hanno riferito di aver trovato valore nell’ascoltare un gruppo eterogeneo di relatori e parti interessate, con un partecipante che ha notato di aver particolarmente apprezzato la “discussione aperta sui maggiori vincoli [UW–Madison faces] e cosa è necessario fare per raggiungere gli obiettivi di creare spazi di laboratorio di livello mondiale affinché l’università possa collaborare con l’industria privata “.

I punti chiave del simposio includono:

  • Una maggiore necessità tra partner pubblici e privati ​​per garantire finanziamenti, esplorare vari modelli di collaborazione di consegna e incoraggiare una crescita continua;
  • L’importanza di un uso efficiente ed efficace degli spazi esistenti, molti dei quali si trovano in edifici obsoleti, sottolineando ulteriormente la necessità di pratiche di facility management proattive;
  • Strutture e laboratori flessibili possono attrarre una varietà di docenti, studenti, talenti post-dottorato e laureati e supportare la scienza, l’innovazione e la scoperta all’avanguardia nel campo della biotecnologia;
  • Opportunità per un coordinamento e una cooperazione ancora più forti tra college e dipartimenti UW-Madison per identificare risorse condivise; e
  • La necessità di fornire spazi di ricerca progettati per soddisfare esigenze, tecnologie e opportunità future nel campo della biotecnologia.

“Il simposio ha fornito discussioni fruttuose e considerazioni preliminari sui passi che possiamo intraprendere per sostenere e far progredire i nostri sforzi di ricerca biotecnologica presso UW-Madison”, ha affermato Cramer. “Ci rivolgiamo ai nostri partner del settore e ad altri che hanno partecipato al simposio per ritenere l’università responsabile dei progressi in questo settore”.

Ulteriori informazioni sul simposio sulla gestione del ciclo di vita del laboratorio sono disponibili sul sito web Finance & Administration.

Leave a Comment