Tough choices await employers looking at the high costs of health care

Il difficile mercato del lavoro continua ad affliggere i datori di lavoro con difficoltà nel trovare e trattenere i dipendenti. Un nuovo rapporto dell’USI Insurance Services, il Prospettive del mercato dei benefici per i dipendenti nel 2023esamina le strategie per ridurre l’impatto dei costi sanitari.

Elaborando altri rapporti, l’USI evidenzia alcune statistiche che mostrano che i datori di lavoro stanno spendendo di più in compensi e benefit, con salari aumentati del 22,7% nel 2022 per i dipendenti che hanno cambiato lavoro e del 7,5% per quelli che sono rimasti.

Anche la spesa per benefici continua a essere influenzata dall’aumento dei costi sanitari. Il burnout dei dipendenti e la carenza di personale nel settore sanitario hanno comportato una crescita salariale più elevata rispetto al resto del settore privato, mentre i costi più elevati in generale hanno fatto aumentare il prezzo delle materie prime mediche del 5,5% nel 2022.

La spesa sanitaria è anche influenzata dalle terapie cellulari e geniche emergenti, che vanno da $ 250.000 a $ 3,5 milioni per richiedente – e il mercato di questi trattamenti è destinato ad espandersi in modo significativo nei prossimi anni.

Le imprese statunitensi hanno anche trascorso gran parte del 2022 a combattere l’inflazione elevata, l’aumento dei tassi di interesse e le crescenti preoccupazioni di recessione. Si prevede che la disoccupazione aumenterà al 4,4% nel 2023 poiché i datori di lavoro lavorano per pareggiare i bilanci e rimanere redditizi nell’anno a venire.

Le strategie per aiutare i datori di lavoro a ridurre i costi possono includere:

Gestione dei costi fissi e variabili Comprendere i vari componenti che influiscono sul costo del rinnovo può offrire alla tua organizzazione un punto di partenza migliore per negoziare i prezzi con la compagnia assicurativa.

Pianificare le modifiche al design Cambiare il modo in cui viene finanziato un piano sanitario completamente assicurato può aiutare a ridurre i costi dei premi. Ad esempio, il passaggio da un ricco piano PPO a un piano sanitario ad alta franchigia può ridurre il premio fino al 30%. Apportare ulteriori modifiche, come il finanziamento di un accordo di rimborso sanitario (HRA), può aiutare a ridurre i costi complessivi mantenendo i benefici per i dipendenti.

Prendi in considerazione finanziamenti alternativi Alcune organizzazioni potrebbero essere più adatte a un piano finanziato in alternativa, ad esempio a livello o autofinanziato. Questi tipi di piani offrono opportunità di risparmio pagando solo per sinistri sostenuti, profitto del vettore eliminatorio e tasse sui premi, consentendo una progettazione flessibile del piano e fornendo trasparenza dei dati sui sinistri, che consente ai datori di lavoro di implementare soluzioni mirate di gestione delle malattie.

Correlati: come i datori di lavoro controlleranno gli elevati costi sanitari nel 2023

Quest’anno dovranno essere affrontate altre questioni come l’esternalizzazione delle soluzioni di gestione dell’amministrazione/gestione delle assenze, la considerazione dei benefici volontari e la valutazione del costo elevato delle terapie genetiche emergenti affinché i datori di lavoro possano ridurre in modo significativo l’impatto dell’aumento dei costi dell’assistenza sanitaria.

Leave a Comment