JPMorgan, Wells Fargo, Bank of America and Citi beat earnings expectations, but worries about ‘headwinds’ remain

Di Steve Gelsi

L’inflazione e il nervosismo geopolitico colpiscono le grandi banche statunitensi, che però sono riuscite a superare gli obiettivi di guadagno.

JPMorgan Chase & Co., Bank of America Corp., Citigroup Inc. e Wells Fargo & Co. è riuscito a superare le ridotte aspettative di Wall Street per i loro profitti del quarto trimestre poiché i tassi di interesse più elevati hanno aumentato il reddito dai prestiti.

Le banche hanno ottenuto risultati superiori alle attese nonostante un rallentamento dell’attività complessiva di operazioni quali mutui ipotecari e offerte pubbliche iniziali.

I titoli bancari si sono spostati in territorio positivo nelle negoziazioni di mezzogiorno dopo essersi scrollati di dosso le perdite all’inizio della sessione.

Dando il via all’intensa giornata degli utili come la più grande banca degli Stati Uniti, il CEO di JPMorgan Jamie Dimon ha avvertito dell’incertezza economica a causa dei tassi di interesse più elevati, anche se i consumatori continuano a spendere e le imprese rimangono in buona salute.

Non conosciamo ancora l’effetto finale dei venti contrari derivanti dalle tensioni geopolitiche, tra cui la guerra in Ucraina, lo stato vulnerabile dell’approvvigionamento energetico e alimentare, l’inflazione persistente che sta erodendo il potere d’acquisto e ha spinto i tassi di interesse più elevati e l’inasprimento quantitativo senza precedenti. Dimon ha detto in una dichiarazione preparata.

La banca ha anche rivelato la sua prima previsione per il reddito netto da interessi nel 2023 di $ 74 miliardi esclusa la sua unità di mercato, che è inferiore all’ultima stima di Wall Street di $ 75,2 miliardi.

In una telefonata con i giornalisti, Jeremy Barnum, CFO di JPMorgan, ha affermato che la proiezione del reddito netto da interessi della banca è “prudenziale” date le incertezze macroeconomiche. La banca sta pianificando una lieve recessione tra la fine del 2023 e l’inizio del 2024, come previsto dai suoi economisti il ​​12 dicembre. 8.

Il CEO Dimon ha dichiarato: “Non conosciamo il futuro”, dato l’ambiente geopolitico globale.

“Queste incertezze sono reali”, ha detto Dimon. “Speriamo che se ne vadano, ma potrebbero non farlo”.

JPMorgan Chase (JPM) ha dichiarato che il suo profitto del quarto trimestre è salito a $ 11,01 miliardi, o $ 3,57 per azione, da $ 10,4 miliardi, o $ 3,33 per azione, nel trimestre di un anno fa. I ricavi netti sono aumentati a 35,57 miliardi di dollari dai 30,35 miliardi di dollari del trimestre di un anno fa.

JPMorgan Chase ha battuto la stima degli utili di Wall Street di $ 3,08 per azione e un fatturato di $ 34,35 miliardi, secondo i dati compilati da FactSet.

Gli analisti hanno ridotto le loro previsioni di profitto per JP Morgan nei giorni che hanno preceduto i risultati del quarto trimestre con l’ultima stima di 3,08 dollari per azione, in calo rispetto ai 3,15 dollari per azione del 12 dicembre. 30, secondo i dati FactSet. Ma la banca ha comunque superato la previsione più rialzista di $ 3,15.

Le azioni di JPMorgan Chase sono aumentate del 2,5% negli scambi pomeridiani.

Peter Torrente, KPMG leader del settore nazionale statunitense per i mercati bancari e dei capitali, ha affermato che i guadagni di JPMorgan e di altri grandi banchieri sono stati solidi, con risultati guidati dal profitto da prestiti, che le banche riportano come reddito da interessi netti.

Le riserve di credito sono aumentate in modo significativo nell’ultimo anno e le commissioni di investment banking hanno continuato a risentire dello scarso contesto negoziale.

“Proprio come nell’ultimo trimestre, la lente d’ingrandimento per il settore continua a librarsi sulle prospettive macroeconomiche per il 2023, concentrandosi su perdite su crediti, domanda di prestiti e depositi come indicatori finali di turbolenza”, ha affermato Torrente.

Le azioni di Bank of America (BAC) sono aumentate dell’1,8% dopo che la società finanziaria ha superato i suoi obiettivi di utili e ricavi beneficiando di tassi di interesse più elevati sui suoi prestiti.

Bank of America ha dichiarato di aver guadagnato $ 7,1 miliardi, o 85 centesimi per azione, nel quarto trimestre, rispetto ai $ 7 miliardi, o 82 centesimi per azione, nel trimestre di un anno fa. I ricavi, al netto degli interessi passivi, sono aumentati dell’11% a 24,5 miliardi di dollari.

Gli analisti di Wall Street si aspettavano guadagni di 77 centesimi per azione su entrate di 24,17 miliardi di dollari, secondo i dati compilati da FactSet.

Il reddito netto da interessi è aumentato del 29%, o 3,3 miliardi di dollari, a 14,7 miliardi di dollari, “spinto dai benefici derivanti da tassi di interesse più elevati, tra cui minori spese di ammortamento dei premi e solida crescita dei prestiti”, ha affermato la banca.

Wells Fargo & Co. (WFC) le azioni sono aumentate del 2,3% dopo che le entrate del quarto trimestre hanno deluso le aspettative.

La banca ha dichiarato che il suo profitto del quarto trimestre è sceso di circa la metà a $ 2,59 miliardi, o 67 centesimi per azione, da $ 5,47 miliardi, o $ 1,38 per azione nel trimestre di un anno fa. Questo è in anticipo rispetto alla stima degli analisti di 60 centesimi per azione.

I ricavi sono diminuiti del 5,7% a 19,66 miliardi di dollari, contro un consenso degli analisti di 19,99 miliardi di dollari.

Il reddito netto da interessi è aumentato del 45% a 13,43 miliardi di dollari.

Wells Fargo ha anche previsto una crescita del 10% nel reddito da interessi netti nel 2023 a circa $ 49,5 miliardi, che è inferiore all’ultima stima degli analisti di $ 51,69 miliardi.

La banca ha dichiarato all’inizio di questa settimana che stava riducendo le dimensioni della sua attività di mutui per la casa. Ha anche affermato che i prestiti bancari al consumo e di prestito sono aumentati del 4% e i prestiti bancari commerciali sono aumentati del 18%.

Wells Fargo ha anche rivelato in precedenza un impatto di 70 centesimi per azione da contenziosi e questioni normative, incluso un recente accordo con il Consumer Financial Protection Bureau.

Le azioni Citigroup (C) sono aumentate dell’1,8% dopo che la banca ha registrato un profitto inferiore. L’utile netto del quarto trimestre è sceso a $ 2,5 miliardi, o $ 1,16, da $ 3,2 miliardi, o $ 1,46 per azione, nel trimestre di un anno fa. Gli analisti cercavano guadagni di $ 1,14 per azione, secondo un sondaggio di FactSet.

I ricavi sono aumentati del 6% a $ 18,0 miliardi, leggermente al di sopra della stima degli analisti di $ 17,96 miliardi.

Escludendo le divisioni, i ricavi sono aumentati del 5%, poiché gli impatti dei tassi di interesse più elevati tra le aziende e la forte crescita dei prestiti nel personal banking statunitense sono stati parzialmente compensati da un calo dell’investment banking e minori ricavi dei prodotti di investimento nella gestione patrimoniale globale, nonché dagli impatti del mercati usciti.

In vista degli utili bancari, gli analisti di Keefe, Bruyette & Woods hanno affermato di aspettarsi una forte crescita del reddito da interessi netti dalle grandi banche poiché i tassi di interesse più elevati consentono loro di addebitare di più per prestare denaro. Allo stesso tempo, l’attività è stata debole nell’investment banking e nel credito ipotecario.

Nel complesso, tuttavia, i consumatori statunitensi rimangono con numeri di disoccupazione relativamente bassi nonostante un aumento dei licenziamenti negli ultimi tempi.

Con i guadagni delle grandi banche, Wall Street è alla ricerca di indizi sulla salute dell’economia e sull’impatto dell’aumento dei tassi di interesse e dell’inflazione.

Le azioni delle grandi banche sono aumentate nel 2023, ma sono ancora ben al di sotto dei livelli di un anno fa.

Alla chiusura di giovedì, il titolo JPMorgan è aumentato del 4% nel 2023, ma è sceso del 16,7% negli ultimi 12 mesi. Il Dow Jones Industrial Average è ora in rialzo del 3,2% su base annua e in ribasso del 5,7% negli ultimi 12 mesi, mentre l’S&P 500 è salito del 3,7% nel 2023 mentre è sceso del 15,5% negli ultimi 12 mesi.

Le azioni di Bank of America sono aumentate del 4,1% per il 2023 e sono diminuite del 30% nell’ultimo anno. Le azioni Wells Fargo sono aumentate del 3,7% nel 2023 e hanno perso il 23,6% nell’ultimo anno. Citigroup è cresciuta dell’8,5% finora nel 2023 ed è scesa del 26,9% nell’ultimo anno.

Con la potenziale concorrenza per i depositi dei consumatori, le banche potrebbero dover pagare tassi di interesse più elevati per i prodotti dei titolari di conto come i CD che potrebbero consumare i margini.

Un altro parametro chiave è la qualità dell’attivo, che è influenzata dalla qualità del portafoglio prestiti e dal programma di amministrazione del credito. Se questi numeri iniziano a indebolirsi, potrebbero offrire ulteriori indizi su una potenziale recessione.

In un’intervista di questa settimana alla JPMorgan Healthcare Conference, il CEO di JPMorgan, Dimon, ha anche lanciato qualche frecciata contro le criptovalute e ha criticato la piattaforma di cripto-trading FTX, che ha dichiarato bancarotta alla fine dell’anno scorso.

Lo schietto Dimon aveva messo in guardia contro quello che ha definito un uragano economico in un’intervista ampiamente citata a giugno.

Dimon ha rivisitato le osservazioni martedì in un’intervista con Fox Business nello show Mornings with Maria.

“Non avrei mai dovuto usare la parola ‘uragano'”, ha detto Dimon nell’intervista. “Quello che ho detto è che c’erano nuvole temporalesche che potrebbero mitigare. La gente ha detto che non pensavano fosse un grosso problema, e io ho detto di no, quelle nuvole temporalesche potrebbero essere un uragano. E quindi sto dicendo queste cose, io’ Sto parlando di… potrebbe non essere niente [or] potrebbe essere brutto, e penso che dovremmo capire, non sto prevedendo l’uno o l’altro”.

Anche questa settimana, BlackRock Inc. (BLK) ha aggiunto il suo nome all’elenco crescente di società finanziarie e di altro tipo che tagliano posti di lavoro con l’intenzione di ridurre la propria forza lavoro per la prima volta dal 2019.

Leggi anche: BlackRock taglia 500 posti di lavoro o meno del 3% della forza lavoro

Martedì, Goldman Sachs prevede di riportare un utile di 5,56 dollari per azione su un fatturato di 10,76 miliardi di dollari e Morgan Stanley dovrebbe riportare un utile rettificato di 1,29 dollari per azione su un fatturato di 12,54 miliardi di dollari, secondo le ultime stime degli analisti.

-Steve Gelsi

 

(FINE) Dow Jones Newswires

01-13-23 1316ET

Copyright (c) 2023 Dow Jones & Company, Inc.

Leave a Comment