Many Jobs Unfilled at Health and Buildings Departments

Il Dipartimento della salute e dell’igiene mentale della città aveva quasi 1.200 posizioni vacanti a giugno, rendendo l’agenzia in prima linea della pandemia una delle 46 nel governo della città a cui mancava più del 10% dei dipendenti preventivati, secondo i dati preliminari ottenuti da THE CITY.

I numeri riflettono una sfida in corso nell’assunzione e nel mantenimento dei dipendenti del governo, una questione che sta per essere esaminata venerdì in un’udienza sotto il comitato di supervisione e indagine del membro del consiglio comunale Gale Brewer, che ha prodotto i numeri preliminari.

Mostrano il tasso di posti di lavoro vacanti nel governo della città al 7,9% a giugno. L’agenzia con il deficit più estremo è stata la Commissione per i diritti umani, che aveva 37 delle sue 136 posizioni in bilancio non occupate, un tasso del 27,2%.

Tra le agenzie più grandi, i tassi di posti vacanti erano più alti presso il Dipartimento degli edifici, al 24,2% (489 posti vacanti), il Dipartimento della salute al 19,1% (1.189 posti vacanti) e il Dipartimento dei servizi sociali al 17,3% (2.256 aperture).

I numeri erano leggermente migliori nelle agenzie in divisa della città.

Il Dipartimento di Correzione ha avuto una carenza di 862 lavoratori a giugno, o il 9,1%, anche se una tendenza estesa dei dipendenti che si sono dichiarati malati ha aggravato i problemi lì.

E mentre il NYPD aveva un tasso di posti vacanti relativamente basso del 2,9% a giugno, che equivale a 1.448 posizioni vacanti, i numeri preliminari mostrano.

“Non so dove siano tutti questi posti vacanti, ma posso dirti per esperienza personale, tutto è lento in termini di approvazione”, ha detto Brewer. “Sono solo preoccupato che l’esperienza che abbiamo avuto nel corso degli anni scomparirà dalla città.”

Ha indicato la recente riassunzione dell’ex capo della polizia di New York e commissario per la gestione delle emergenze Joe Esposito – per eseguire l’applicazione per il Dipartimento degli edifici – come esempio del suo mantenimento delle competenze municipali.

Brewer ha affermato che il problema è più profondo del numero complessivo in particolari agenzie, perché le gravi carenze stanno avendo un impatto su unità specifiche.

Ha detto di aver sentito parlare di problemi ai vigili del fuoco, che a giugno avevano 360 posizioni aperte per un tasso di posti vacanti del 2%, riguardanti le ispezioni di strutture per l’infanzia e ristoranti.

I funzionari dei vigili del fuoco non hanno risposto immediatamente a una richiesta di commento.

Come riportato in precedenza da THE CITY, la carenza di personale all’interno di unità specifiche del Department of Housing Preservation and Development minacciava di minare la creazione di alloggi a prezzi accessibili.

Complessivamente, a giugno l’agenzia era al di sotto del suo organico preventivato di 400 posizioni, o del 15%, secondo i dati preliminari.

La carenza di personale ha anche contribuito al rallentamento degli alloggi per senzatetto della città, secondo NY1.

Cerca le cause

L’Independent Budget Office della città la scorsa settimana ha riportato un tasso di posti di lavoro vacanti in tutta la città del 7,9%, in aumento rispetto all’1,6% di gennaio 2020.

La portavoce dell’IBO Elizabeth Brown ha affermato che l’ufficio sta attualmente indagando sulla carenza, ma che un fattore determinante è stato il blocco delle assunzioni istituito dall’ex sindaco Bill de Blasio da marzo 2020 ad aprile 2021 durante il picco della crisi COVID.

“Quello che stiamo cercando di fare è cercare di capire se le partenze stanno accelerando o se ci vuole più tempo per assumere persone”, ha detto Brown.

Inoltre, ha osservato Brown, il calo maggiore del numero di lavoratori comunali è avvenuto nell’ottobre 2021, subito dopo che de Blasio ha istituito un mandato di ritorno in carica a tempo pieno per i lavoratori comunali e poco prima che entrasse in vigore il suo mandato per il vaccino COVID-19 per i lavoratori municipali. . .

Il sindaco Eric Adams ha ripetutamente sottolineato l’importanza del ritorno al lavoro di persona dei lavoratori del settore pubblico e privato, una priorità che il suo capo dello staff, Frank Carone, ha ribadito in una nota inviata ai lavoratori municipali a maggio.

“Mentre gli orari ibridi sono diventati più comuni nel settore privato, il sindaco crede fermamente che la città abbia bisogno che i suoi lavoratori si presentino al lavoro ogni giorno di persona”, ha scritto Carone, secondo PoliticoNY.

Il portavoce del municipio Fabien Levy ha dichiarato di non poter commentare immediatamente i dati preliminari, ma ha osservato che la carenza non ha avuto alcun impatto sulle operazioni e che la città continua a reclutare in modo aggressivo altri dipendenti.

“Nei primi mesi della sua amministrazione, il sindaco Adams ha creato un team diversificato e di grande talento, focalizzato sul laser nel fornire risultati e fare cose per i newyorkesi”, ha affermato. “E in questi primi otto mesi abbiamo fatto proprio questo nonostante una carenza di manodopera che ha colpito quasi tutti i settori a livello nazionale, compreso il governo”.

Brewer ha affermato di ritenere che la città debba cambiare alcuni aspetti delle sue pratiche di assunzione o essere più flessibile nell’accogliere orari di lavoro ibridi, almeno per il prossimo futuro.

“So che deve essere risolto”, ha detto.

Leave a Comment