Nearly two years after FBI raid, Borrego Health sues former executives, staff and contractors

Quasi due anni dopo che gli agenti statali e federali hanno fatto irruzione in una serie di cliniche e uffici della Borrego Health che fanno affari con l’operatore sanitario senza scopo di lucro, i suoi leader si stanno offendendo contro le persone che dicono l’hanno ingannato e le comunità che serviva.

In una causa da capogiro intentata presso il tribunale federale di San Diego, la Borrego Community Health Foundation, che gestisce dozzine di cliniche nelle contee di Riverside e San Diego come Borrego Health, ha accusato ex membri del consiglio, dirigenti e appaltatori di racket, frode, nepotismo, eccessivo compenso e sfacciato self-dealing.

La causa accusa dozzine di ex funzionari e appaltatori di aver rubato milioni di dollari dall’ente di beneficenza e falsificato documenti per generare entrate in eccesso. Gli imputati hanno cospirato per condurre affari redditizi a beneficio di pochi eletti senza informare il consiglio di amministrazione, ha detto la causa intentata alla fine del mese scorso.

“Mentre Borrego Health stava tentando di completare la sua missione di fornire assistenza sanitaria alle comunità svantaggiate, alcuni individui ed entità, sia all’interno che all’esterno di Borrego Health, hanno sottratto denaro a Borrego Health che avrebbe dovuto avvantaggiare la comunità che serve”, afferma la denuncia . .

La causa è stata intentata ai sensi del Racketeer Influenced and Corrupt Organizations Act, o RICO, emanato per la prima volta nel 1970 per combattere i sindacati della criminalità organizzata. Tale designazione consente ai querelanti di raccogliere molto più denaro in danni se dovessero prevalere in tribunale.

Secondo la denuncia legale, che si estende per 154 pagine senza includere dozzine di mostre, dirigenti e venditori senza scrupoli hanno venduto “beni inutili” a Borrego Health a prezzi gonfiati.

Hanno anche stipulato contratti unilaterali, commesso e coperto frodi sanitarie e pagato a se stessi e ai loro familiari stipendi eccessivi, sostiene la causa.

Gli “addetti ai lavori” di Borrego Health hanno anche cercato di acquistare un country club senza dirlo al consiglio di amministrazione dell’organizzazione, hanno affermato gli avvocati dell’organizzazione no profit.

“Quelle stesse persone ed entità hanno lavorato instancabilmente per coprire i loro misfatti e fino a poco tempo fa ci sono riusciti”, ha affermato la causa.

Sandra Hansberger, che presiede il consiglio di amministrazione di Borrego Health, ha affermato che la causa è uno dei tanti passi che l’organizzazione sta intraprendendo per affrontare illeciti interni da parte di leader e appaltatori del passato.

“Sono sconvolta dal modo in cui le persone hanno approfittato delle loro posizioni in un’organizzazione no profit per il proprio guadagno personale”, ha detto in una nota. “È ora che intraprendiamo questa azione per far luce su queste attività in modo da poter andare avanti”.

La causa nomina come imputati almeno 39 ex membri del consiglio e dirigenti, venditori, fornitori di servizi odontoiatrici e altri. Negli ultimi mesi, Borrego Health ha licenziato molti dei suoi alti dirigenti e sostituito un certo numero di membri del consiglio.

Nessuno degli imputati ha ancora risposto alla causa, secondo i documenti del tribunale federale, ma molti hanno precedentemente negato di aver fatto qualcosa di improprio.

Tra gli altri, la causa cita Mikia Wallis, avvocato e amministratore delegato di Borrego Health, imputato da lungo tempo, che è stato licenziato nel 2020.

Nomina anche Karen Hebets, ex vicepresidente della Borrego Health che è anche la vedova di Bruce Hebets, che ha preceduto Wallis come CEO e ha trasformato la minuscola clinica medica nel deserto in uno dei più grandi centri sanitari qualificati a livello federale della nazione, o FQHC.

Gli FQHC sono entità designate a livello federale che ricevono rimborsi governativi più elevati per la fornitura di servizi sanitari alle famiglie povere e rurali. Bruce Hebet è morto nel 2019.

Né Wallis né Karen Hebets sono stati contattati per un commento la scorsa settimana.

L’ex membro del consiglio Chuck Kimball, anche lui imputato, ha rifiutato di commentare quando è stato raggiunto a casa di Julian.

Daryl Priest, l’uomo d’affari e filantropo di El Cajon le cui società hanno raccolto milioni di dollari all’anno in affitto e spese di fatturazione da Borrego Health, non ha risposto a una richiesta di commento.

Poco dopo che gli uffici della Premier Healthcare Management sono stati perquisiti dall’FBI, Nicholas Priest – l’amministratore delegato e figlio di Daryl Priest – ha rilasciato una dichiarazione in cui affermava che l’azienda stava collaborando alle indagini.

“Siamo orgogliosi dei servizi di alta qualità che forniamo a tutti i nostri clienti, incluso Borrego, e se il nostro rapporto è in fase di revisione, non vediamo l’ora di incontrarli per discutere dei nostri servizi e del nostro rapporto”, ha scritto Nicholas Priest, anche lui imputato nella nuova causa.

Mike Hickok, un ex membro del consiglio nominato nella denuncia, in precedenza aveva dichiarato al San Diego Union-Tribune che le informazioni critiche gli erano state nascoste anche se in precedenza aveva fatto parte del comitato esecutivo del consiglio.

Hickok è citato nella causa per aver sottolineato che i contratti di fatturazione e locazione di Borrego Health con società di proprietà di Priest erano impropriamente riservati e troppo costosi.

“Ho cercato di richiamare l’attenzione su questi problemi per anni e non sono arrivato da nessuna parte fino a quando il Borrego Sun (ha iniziato) a denunciarli”, ha scritto in una e-mail citata nella causa.

Il Borrego Sun, un settimanale indipendente con sede a Borrego Springs, ha riferito per anni di accuse di cattiva condotta da parte dei dirigenti di Borrego Health, inclusa la maggior parte delle affermazioni ora rivendicate dall’ente di beneficenza nella causa federale.

Fatturazioni fantasma

La causa cita anche come imputati più di una dozzina di dentisti, accusati di aver ripetutamente fatturato in eccesso per i servizi, nonché di aver depositato quelle che l’organizzazione no profit chiama fatture “false e fraudolente”.

In un caso, un dentista a contratto ha addebitato a Borrego Health 26 visite a un singolo paziente nel maggio 2019, anche se quel mese c’erano solo 22 giorni lavorativi, afferma la denuncia.

Nonostante la fatturazione discutibile, Premier Healthcare Management ha regolarmente rivisto e approvato tali fatture, aggiunge la causa.

La denuncia presentata il mese scorso non è correlata a un’altra causa che Borrego Health ha intentato lo scorso anno contro il suo proprietario in diverse cliniche – proprietà affittate in beneficenza da società di proprietà di Priest.

Quella causa, anch’essa pendente presso il tribunale federale di San Diego, chiede un risarcimento di almeno 18 milioni di dollari per quelli che dice essere gli affitti gonfiati che Priest ha negoziato con il defunto CEO Hebets.

“I termini del contratto di locazione sono inconcepibili e comporterebbe la diversione di milioni di dollari ‘over-FMR’ (affitto di mercato equo) di denaro del programma sanitario finanziato a livello federale a entità di proprietà di un amico del CEO”, ha affermato la causa del 2021.

Le dichiarazioni fiscali disponibili al pubblico mostrano che Borrego Health ha pagato un sacco di soldi ai suoi alti dirigenti.

L’anno scorso, ad esempio, Wallis ha ricevuto più di $ 614.000 di stipendio base; Il CEO ad interim Edgar Bulloch ha raccolto $ 353.000 per poco più di otto mesi di servizio. Nel 2019, l’organizzazione no profit ha riferito di avere 245 dipendenti che hanno guadagnato ciascuno più di $ 100.000 quell’anno, un numero che è sceso a 188 l’anno scorso.

Nella sua ultima dichiarazione dei redditi relativa ai 12 mesi che terminano a giugno 2021, Borrego Health ha anche rivelato pubblicamente di avere una sfilza di familiari e parenti di dirigenti e funzionari chiave sul libro paga. L’operatore sanitario ha riferito di oltre 1,3 milioni di dollari di stipendi pagati a 10 persone legate a “persone interessate”.

La Borrego Community Health Foundation è stata organizzata all’inizio degli anni ’90 per gestire un’unica clinica medica a Borrego Springs, la piccola comunità non incorporata nell’angolo nord-est della contea di San Diego.

Sebbene l’organizzazione no profit sia iniziata con una clinica, si è espansa rapidamente. Sotto la guida del defunto Hebets, Borrego Health è cresciuta fino a diventare uno dei più grandi fornitori di assistenza sanitaria rurale negli Stati Uniti, con entrate annuali per un totale di centinaia di milioni di dollari.

FBI, irruzione del DOJ

Nell’ottobre 2020, dozzine di agenti dell’FBI e investigatori del Dipartimento di giustizia della California hanno eseguito mandati di perquisizione simultanei presso diverse cliniche Borrego Health e presso gli uffici aziendali di Premier Healthcare Management, la società di fatturazione medica di Priest.

L’Union-Tribune ha successivamente riferito che una clinica odontoiatrica Borrego Health a Desert Hot Springs – una città della contea di Riverside di appena 30.000 persone – aveva registrato 445.000 visite di pazienti dentali nell’anno terminato il 30 giugno 2020.

Un’altra clinica di El Cajon ha riferito di circa 225.000 visite di pazienti odontoiatrici nello stesso anno, come dimostrano le registrazioni interne di Borrego Health ottenute dall’Union-Tribune.

“I soldi sono stati fatti velocemente e furiosamente, e le persone che guadagnavano erano vertiginose al pensiero di quanto sia redditizio questo business”, ha detto al giornale Martha Deichler, membro del consiglio di Borrego Health. “Era come un treno in corsa sfuggito di mano”.
Nessuna accusa penale è stata annunciata dagli investigatori statali o federali a seguito delle ricerche del 2020.

Ma settimane dopo l’esecuzione dei mandati di perquisizione, le autorità di regolamentazione statali hanno sospeso i pagamenti di Medi-Cal a Borrego Health. La decisione ha avuto un forte impatto sulle entrate dell’organizzazione e sulla capacità di fornire servizi medici e dentistici ai pazienti.

All’inizio dello scorso anno, il Dipartimento dei servizi sanitari della California ha ripristinato gran parte dei rimborsi dell’organizzazione no profit, sebbene milioni di dollari in pagamenti per cure dentistiche continuassero a essere trattenuti dallo stato.

Nello stesso accordo, è stato installato un monitor indipendente per garantire la conformità alle normative sanitarie statali e federali.

Entrate in calo

Entro la fine dello scorso anno, i cambiamenti avevano iniziato a influenzare le entrate di Borrego Health, che sono diminuite drasticamente. In un’importante ristrutturazione, l’ente di beneficenza ha chiuso due cliniche, pianificato il trasferimento di almeno un’altra struttura e licenziato più di 110 dipendenti.

Secondo i suoi documenti fiscali federali, le entrate annuali sono scese da $ 341 milioni nell’anno conclusosi il 30 giugno 2020 a $ 235 milioni nell’anno fiscale più recente.

In un caso cinque anni fa, sostiene la causa, gli addetti ai lavori di Borrego Health hanno cercato di utilizzare parte delle sue entrate per scopi estranei alla sua missione senza scopo di lucro.

Nel 2017, ha affermato la causa, Borrego Health ha cercato di acquisire il De Anza Country Club, una proprietà privata con una club house e un ristorante della metà del secolo insieme a un campo da golf a 72 buche che negli anni aveva attratto artisti del calibro di Marilyn Monroe, Bing Crosby e James Dean.

Secondo la denuncia, la transazione procedeva senza l’approvazione del consiglio di amministrazione, fino a quando non è stata annullata dopo che un avvocato esterno ha avvertito di “gravi conseguenze” se l’affare dovesse andare a buon fine.

Borrego Health ha continuato ad apportare cambiamenti chiave nelle sue operazioni nelle ultime settimane.

Il mese scorso l’operatore sanitario senza scopo di lucro ha nominato Rose MacIsaac amministratore delegato ad interim. MacIsaac, che è entrato a far parte di Borrego Health all’inizio di quest’anno come chief financial officer, ricoprirà il ruolo di CEO fino a quando non verrà trovato un successore permanente.

Borrego Health ha anche annunciato il mese scorso di aver firmato una lettera di intenti per trasferire tre delle sue cliniche a Neighborhood Healthcare, un altro fornitore di servizi sanitari senza scopo di lucro finanziato a livello federale.

I dettagli dell’accordo, che comprende l’Arlanza Health Center e l’Eastside Health Center A e B, tutti con sede a Riverside, dovevano essere negoziati entro il 20 settembre. 1, ha dichiarato Borrego Health in un annuncio del 7 luglio.

Leave a Comment