South Korean public sector workers to strike against job cuts, privatization

Gli operatori sanitari impiegati nel sistema ospedaliero universitario pubblico della Corea del Sud sono pronti a scioperare oggi, ribellandosi contro i piani del governo per la privatizzazione medica, la riduzione del personale e altre “riforme” antioperaie. Anche molti altri settori della classe operaia entrano in conflitto con il governo e le grandi imprese.

Gli operatori sanitari aspettano le persone in un centro di test COVID-19 temporaneo a Seoul, Corea del Sud, venerdì 15 aprile 2022. [AP Photo/Ahn Young-joon]

I lavoratori chiedono la fine degli attacchi alla sanità, che l’amministrazione di destra Yoon Suk-yeol ha definito “linee guida per l’innovazione”. Ciò include tagli ai posti di lavoro e alle indennità e tagli ai finanziamenti per gli ospedali di oltre il 10 percento anche se decine di migliaia di persone continuano a essere infettate da COVID-19 su base giornaliera. I lavoratori chiedono l’abolizione delle linee guida; il divieto di appaltare servizi al settore privato; un’espansione del personale; la conversione dei lavoratori irregolari in posizioni regolari a tempo pieno; e il rafforzamento del sistema ospedaliero universitario nazionale.

Il loro sindacato, Health Workers Solidarity (HWS), Uiryo Yeondae Bonbu), ha annunciato lo sciopero lunedì, dichiarando: “Attraverso la pandemia di COVID-19, l’intera nazione ha sperimentato l’importanza dell’assistenza sanitaria pubblica. Tuttavia, il governo di Yoon Suk-yeol sta cercando di spremere nuovamente i lavoratori ospedalieri unendo le funzioni lavorative e tagliando il personale dell’ospedale universitario nazionale, introducendo un sistema di retribuzione basato sulle prestazioni e tagliando i benefici sociali. L’amministrazione sta spingendo le politiche di privatizzazione medica, inclusi trattamenti non interattivi e servizi di gestione sanitaria non medica.

Nonostante queste critiche, HWS sta lavorando dietro le quinte per raggiungere accordi di vendita con la direzione dell’ospedale e il governo al fine di isolare i singoli luoghi di lavoro. Tra le 17 filiali HWS, i lavoratori da un massimo di otto, tra cui l’ospedale universitario nazionale di Seoul, l’ospedale universitario nazionale di Chungbuk e l’ospedale universitario nazionale di Kyungpook, dovrebbero prendere parte allo sciopero di oggi.

Solo al Seoul Hospital, il 78,6% dei 3.845 membri del sindacato ha votato per uscire. Tuttavia, HWS ha anche annunciato ieri che avrebbe rinviato un’eventuale azione di sciopero al Kangwon National University Hospital fino a martedì prossimo, nonostante 888 lavoratori tra 1.270 iscritti al sindacato abbiano approvato uno sciopero. Lo stesso giorno, HWS ha anche annullato uno sciopero presso il centro medico privato dell’Università cattolica di Daegu.

Leave a Comment